La 1000 chilometri di Le Castellet ha messo a dura prova i protagonisti del Blancpain GT Series Endurance Cup, scesi in pista sul mitico tracciato del Paul Ricard per il terzo appuntamento della serie di durata di riferimento per le vetture Gran Turismo in Europa. Giovanni Venturini, reduce dal primo podio stagionale conquistato nella 3 Ore di Silverstone, ha preso il via della corsa a bordo della Lamborghini Huracan GT3 EVO del team ORANGE1 FFF Racing by ACM. Grazie ad un ottimo scatto il pilota vicentino è balzato dall’ottava fila sulla griglia di partenza fino al nono posto. Giovanni ha poi approfittato delle due safety car chiamate dalla direzione gara nel corso della prima ora per allungare il proprio turno di guida, guadagnando ulteriore terreno e registrando uno dei migliori riferimenti nel primo settore, quello più guidato in cui emergono le qualità del pilota. Purtroppo, dopo un altrettanto buono stint centrale di Phil Keen, nelle fasi finali della corsa Franck Perera è stato rallentato da una foratura che ha fatto precipitare la Lamborghini #519 fino al ventesimo posto. Tutto il team ha potuto comunque macinare chilometri ed esperienza, fondamentali per affrontare al meglio il prossimo appuntamento stagionale, che sarà la 24 ore di Spa-Francorchamps prevista dal 25 al 28 di luglio.

Giovanni Venturini
“La nostra gara era iniziata molto bene: dopo un buono scatto al via abbiamo approfittato delle safety car per sfruttare al meglio il mio stint e guadagnare qualche posizione, compito difficile da svolgere in pista dove in rettilineo la nostra vettura non era la più avvantaggiata. Nonostante infatti sia riuscito a destreggiarmi nel primo e terzo settore, in quello centrale ero sempre in sofferenza. Sono comunque contento del potenziale che abbiamo mostrato e senza la foratura finale avremmo potuto conquistare dei punti importanti per la classifica”.